Proprio grazie al suo basso contenuto di grassi (notevolmente minore rispetto alla carne rossa), il Baccalà si è meritato il titolo di “Pesce Magro” per eccellenza; questa peculiarità lo ha portato ad essere presente nei piatti di chi deve seguire delle diete, come soggetti obesi o sovrappeso e in particolare in soggetti con patologie come l’ipertigliceridermia e l’ipercolesterolemia.

Come tutti i pesci, il baccalà è facile da digerire,  ha un particolare contenuto proteico ed è ricco di acidi grassi Omega 3 che riducono il cosiddetto colesterolo “cattivo” ed aumentano quello “buono”.

Una credenza popolare invitava le donne in gravidanza a mangiare molto baccalà in quanto pare che aiutasse ad incrementare e a sviluppare l’intelligenza dei nascituri.

Evviva il baccalà dunque :)

proprietà del baccalà spaziosushi